helping

CONTRIBUTI PER DISABILI E MALATI: FONDO PER L’AUTONOMIA POSSIBILE (F.A.P.)

Il fondo per l’autonomia possibile è un contributo volto a favorire la permanenza delle persone non autosufficienti al proprio domicilio e a sostenere le famiglie nel loro lavoro di cura. Gli operatori sociali e sanitari, in collaborazione con la persona non autosufficiente e la sua famiglia, elaborano un Progetto personalizzato che prevede gli interventi necessari e realizzabili in risposta al bisogno evidenziato.

Tipologie di contributo

Il FAP si suddivide nelle seguenti tipologie d’intervento

a) Assegno per l’autonomia (APA) : E’ un intervento economico a favore delle persone con grave non autosufficienza e dei familiari che se ne prendono cura. Il livello di gravità viene accertato dai Servizi territoriali con appositi strumenti valutativi. L’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) del nucleo familiare non deve superare i 30.000 €. Gli importi annuali variano, a seconda della gravità e dell’ISEE, da un minimo di 1.548 € a un massimo di 6.204 € per la generalità dei casi e da un minimo di 1.548 € a un massimo di 6.816 € per le gravi demenze

b) Contributo per l’aiuto familiare (CAF) : E’ un beneficio economico avente lo scopo di sostenere le situazioni in cui, per assistere persone in condizione di grave non autosufficienza, ci si avvale dell’aiuto di addetti all’assistenza familiare con regolare contratto di lavoro, per un monte ore non inferiore a 20 alla settimana, formato anche dalla somma oraria di due o più contratti. La soglia ISEE è di 30.000 €. Gli importi annui variano, a seconda della gravità, dell’ISEE e del numero di ore settimanali, da un minimo di 2.760 € a un massimo di 10.920 € per la generalità dei casi e da un minimo di 2.760 € a un massimo di 12.000 € per le gravi demenze

c) Sostegno alla vita indipendente (SVI): E’ un sostegno economico che concorre a finanziare i progetti di vita indipendente realizzati a favore delle persone in grado di autodeterminarsi, di età compresa tra i 18 e i 64 anni, in condizione di grave disabilità. Prevedono la facilitazione di percorsi di inserimento sociale e lavorativo. La soglia ISEE è di 60.000 €. Gli importi annui sono stabiliti in sede di progetto e vanno da un minimo di 3.000 € a un massimo di 22.000 €. Gli importi vengono stabiliti in sede progettuale fino a un massimo di 3.000 € annui.

 

Photo by Josh Appel on Unsplash

Leave a Reply